Tu sei qui

Gli edifici più sostenibili d'America

Gli edifici più sostenibili d'America
Mercoledì, 31 Gennaio, 2018

Ogni anno, l’AIA (American Institute of Architects) stila la classifica dei progetti di architettura green che si sono distinti per originalità e stile. Si tratta di un'iniziativa molto interessante da cui è possibile anche desumere i nuovi trend dell'architettura. Passando in rassegna i tre progetti sul podio si evidenzia subito come l'efficienza energetica e un concept progettuale altamente sostenibile abbiano oggi importanza preponderante rispetto a qualsiasi altro canone del passato.

Il primo posto è del Brock Environmental Center (Virginia).
Si tratta di un centro a servizio degli uffici di una Fondazione (Chesapeake Bay) e comprende laboratori, spazi didattici e ricreativi. L’edificio è stato progettato per esprimere la missione del CBF: proteggere una delle risorse naturali più preziose e minacciate della nazione: la baia di Chesapeake. Il CBF ha voluto dimostrare come la vera sostenibilità vada oltre il ‘fare meno danni’ e si concretizzi in un effetto positivo e rigenerativo sia sull’ambiente che sulla società.
Il Centro supera la certificazione LEED per raggiungere l’ambizioso target di emissioni di anidride carbonica quasi zero, di rifiuti zero, oltre ad aver ottenuto la prestigiosa certificazione Living Building Challenge

Il secondo posto va al Bristol Community College per il suo Palazzo della Salute e della Scienza (Massachusetts).
Grazie ad un approccio olistico (dalla progettazione sino alla costruzione), l’edificio ha messo a punto dei sistemi innovativi per eliminare l’uso dei combustibili fossili, aumentare l’efficienza energetica e ridurre drasticamente i consumi energetici.

Il terzo posto va ancora in un contesto universitario, Chatham University Eden Hall Campus (Pennsylvania).
Dopo aver ricevuto la donazione di 388 ettari da parte della Eden Hall Farm, l’Università di Chatham ha scelto di realizzare il primo campus net-positive del mondo*.
L’Eden Hall Campus, che ospita al suo interno la Falk School of Sustainability è un laboratorio vivente dove vengono testate strategie per il riciclo di sostanze nutritive, la produzione alimentare e misure per preservare habitat e biodiversità locale.

* Cosa si intende per filosofia costruttiva net-positive?
Avete presente i Net Zero Energy Building, ovvero gli edifici che non consumano energia? 
Ecco, ora si punta più in alto, immaginando strutture in grado non solo di raggiungere l’autosufficienza energetica ma di produrre più energia di quella che si consuma.
È la net-positive architecture, la nuova frontiera dell'edilizia sostenibile.

Ultime News