Tu sei qui

L'Arch.Fontana parla di Villa Ottocento

L'Arch.Fontana parla di Villa Ottocento
Mercoledì, 26 Luglio, 2017

La riqualificazione conservativa, oggi, è tipica del panorama edilizio italiano, scrigno di un patrimonio artistico e architettonico unico al mondo. La Brianza, in particolare, è punteggiata da ville, parchi e giardini di enorme valore. In questa bellissima terra si sviluppa la case-history che vi raccontiamo oggi. Ecco l’esperienza dell’Arch. John Fontana, direttore dei lavori e proprietario di Villa Ottocento.

Ci parla di Villa Ottocento?
Con la mia famiglia abbiamo deciso di acquistare una residenza ottocentesca in declino, sita a Triuggio. L’intento iniziale era quello di fare un investimento. Per deformazione professionale, non nascondo di aver subito provato anche il desiderio di ridare gli antichi fasti a un luogo ricco di fascino. Proprio nel periodo in cui stavo decidendo se acquistare o meno la Villa, mi sono imbattuto casualmente in una vecchia cartolina che la ritraeva negli anni del suo massimo splendore: era una residenza sontuosa, con affreschi di grande bellezza che spiccavano finanche dalla strada. Decisi che il mio compito era quello di riportarla a quella bellezza.

Perché ha contattato Vanoncini?
Necessitavo di una consulenza per gli aspetti di fisica tecnica relativi alla riqualificazione energetica della Villa. Avevo intenzione di conservarne la magnificenza ma anche di renderla una residenza moderna, confortevole e tecnologica. Poiché gravava il vincolo architettonico e paesaggistico, ero obbligato a rispettare gran parte degli elementi di facciata risolvendo dall’interno tutti gli aspetti di isolamento (termico e acustico). Mi sono rivolto a Vanoncini con fiducia, nell’ambiente è un nome molto conosciuto.

Come si è evoluto il rapporto con Vanoncini?
Per prima cosa abbiamo identificato nel materiale iperisolante termoriflettente sottile la soluzione ideale per raggiungere la classe energetica A senza agire sul cappotto esterno e senza perdere troppo spazio internamente. Una volta appurato che l’impresa che stava seguendo i lavori generali fosse in grado di effettuare l’isolamento con i termoriflettenti, abbiamo concordato insieme la fornitura dei materiali presso Vanoncini. La fornitura è sempre stata associata a un’assistenza costante alla posa. Grazie all’ottimo rapporto che si è instaurato con Vanoncini, la fornitura si è estesa anche a tutti i materiali per realizzare a secco gli interni della Villa.

Chi è stato il suo referente in Vanoncini?
Mi sono interfacciato in modo particolare con Valerio Rubin, che ha coordinato tutte le riunioni tecniche tra il team di lavoro Vanoncini e la direzione dei lavori da me rappresentata. Menzione speciale anche per il Direttore Tecnico Vanoncini, l’Ing. Mirko Berizzi, che durante i lavori ha erogato generosamente il suo prezioso contributo di consulenza.

Come reputa il prezzo del termoriflettente stratificato?
Ottimo se vengono considerate le performance energetiche dell’edificio ben isolato. Isolare bene un immobile significa garantirgli efficienza, comfort e valore economico futuro.

Cosa ha pensato quando ha visto la Villa finita?
Il risultato estetico di grande impatto, il comfort abitativo e gli ampi spazi mi hanno tolto ogni dubbio sulle sorti dell’immobile: sarebbe diventato la sede della mia famiglia. Così è stato e oggi siamo davvero felici di viverla.

Visita qui il sito di Villa Ottocento!
 

Intervista di Angela Laurino
giugno 2017

 

Ultime News

  • Condividere il sapere per crescere insieme
    14/12/2017
    L’aggiornamento professionale riveste un ruolo di fondamentale importanza per gli artigiani che vogliono fare la differenza...
  • Cena Vanoncini
    11/12/2017
    La nostra non può definirsi una semplice cena aziendale. Il team Vanoncini si è riunito al completo, per...