Tu sei qui

Termoriflettente stratificato: ottimo per riqualificare!

Termoriflettente stratificato: ottimo per riqualificare!
Mercoledì, 11 Ottobre, 2017

Per avere prestazioni fuori dal comune ci vogliono progettisti ad alto valore aggiunto e materiali per l'edilizia tecnologici e performanti.
Oggi riportiamo l'esperienza dell'Architetto Giacomo Colombo, che si è servito dei termoriflettenti stratificati con risultati davvero strepitosi.
Una cosa è certa: la riqualificazione degli edifici del passato rappresenta un'immensa opportunità per i professionisti del mondo edile.

Architetto Colombo, ci racconta la sua esperienza?
La mia Cliente mi ha contattato per la ricerca di un quadrilocale con ampio soggiorno - cucina open space, tripla camera e doppio bagno. Naturalmente la richiesta era di acquisire un immobile con caratteristiche moderne in fatto di comfort, benessere e performance energetiche, a un prezzo interessante. Con le risorse economiche previste, non era possibile centrare la richiesta accedendo al mercato immobiliare del nuovo costruito.

Come ha soddisfatto allora le aspettative della sua cliente?
L'esigenza è stata soddisfatta riqualificando un appartamento di circa 120 mq in una palazzina di cinque unità immobiliari, posta in un'area residenziale vicino a Bergamo.
I proprietari delle altre unità abitative avevano già previsto interventi di riqualificazione esterna con intenti prettamente estetici.

Come mai nessuno aveva pensato a riqualificare anche energeticamente?
Mancava lo spazio richiesto dalla legge per applicare uno strato di isolante a cappotto.
Mancava la conoscenza circa la possibilità di isolare internamente gli appartamenti. 

Lei come è intervenuto?
Ho agito sulla singola unità immobiliare della mia Cliente.
L'appartamento presentava un lungo corridoio centrale su cui si affacciavano gli ingressi dei diversi ambienti e una zona giorno non ottimizzata per lo sfruttamento dell'energia solare e delle visuali.
Svuotando completamente la "scatola" e conservando solamente i due pilastri portanti, si è ricomposto l'appartamento, ottenendo la razionalizzazione degli spazi.

Come si sono svolti i lavori di riqualificazione (energetica e non solo)?
La riqualificazione è avvenuta mediante tecnologia costruttiva a secco, isolando con lana di roccia le intercapedini, al fine di ottimizzare anche le caratteristiche acustiche. 
Per le prestazioni energetiche abbiamo lavorato sull'involucro (dall'interno) e sull'impiantistica.

Qualche informazione in più?
Per le pareti perimetrali si è optato per un isolamento sottile con termoriflettenti stratificati.
Per le pareti a diretto contatto con gli appartamenti contigui abbiamo utilizzato anche uno strato isolante in lana di roccia per aumentare l'isolamento acustico.
Il soffitto è stato isolato mediante posa di tappetino isolante in lana di roccia.
Abbiamo installato nuovi serramenti ad alte prestazioni termoacustiche.
Abbiamo previsto un impianto di riscaldamento a pavimento radiante con termostato in ogni ambiente.
Tutto ciò ha permesso di raggiungere risultati davvero strepitosi:  abbiamo ottenuto la classe energetica A1 - APE di Regione Lombardia!
Inutile dirlo: la mia cliente era davvero felice. E io con lei.

 

Ecco alcuni scatti relativi all'intervento.

Ultime News

  • La presentazione del Campus Universitario di Lodi
    18/10/2017
    Il nuovo Campus Universitario di Medicina Veterinaria a Lodi sta per arrivare. Ad attenderlo cittadini,...
  • Prysmian Headquarter
    16/10/2017
    Mai come oggi il luogo di lavoro è altamente rappresentativo dei valori dell'azienda che lo ha concepito. L'Arch....