Humanitas Mater Domini di Castellanza (VA)

Quando?
Dove?
Castellanza (VA)
Tecnologia utilizzata

Ibrida con struttura in calcestruzzo e sistemi a secco.

La necessità del cliente

Costruire il nuovo padiglione dell’Ospedale in 9 mesi. La struttura complessiva conta 20.000m3 vuoto per pieno e 1.200m2 per ognuno dei 4 piani.

Lo scheletro dell’edificio è stato realizzato in calcestruzzo armato con solai post-tesi, l’operazione ha richiesto circa 40 giorni lavorativi, a partire dalla fondazione a platea fino all’ultimo getto in copertura. 

L’involucro ibrido in laterizio porizzato è accoppiato a sistemi a secco indoor, ed è stato poi avvolto da uno strato isolante in lana di roccia e lastre Aquapanel per l’esterno. 

Gli interni dell’ospedale sono stati tutti realizzati con il sistema a secco S/R, applicando soluzioni di isolamento acustico che assicurassero un alto livello di fonoassorbimento e fonoisolamento. Per motivi di igiene i soffitti sono stati realizzati con pannelli metallici. Una parte del blocco ospita le sale per i raggi X, la cui schermatura ha richiesto l’inserimento di lastre in piombo all’interno delle pareti.  

Sul tetto sono stati applicati dei pannelli fotovoltaici, pertanto la copertura è stata realizzata in membrana FPO per assicurarne la compatibilità.

Chiude l’intervento una pregevole sala conferenze situata al piano terra interamente rivestita con doghe di legno fresate per garantire un ottimale confort acustico. 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web per supportare funzionalità tecniche che migliorano la tua esperienza utente.

Usiamo anche servizi di analisi e pubblicità. Per annullare la registrazione clicca per maggiori informazioni.