Giornata del risparmio energetico

L’energia è uno dei beni più importanti di cui disponiamo, e come tale va preservata e salvaguardata.

Mai come prima d’ora si è parlato di sprechi e dispersione energetica, due questioni spinose, che stanno minando la salute del nostro bel pianeta.

Favorire la scelta di fonti di produzione rinnovabili è una decisione saggia e doverosa, ma al tempo stesso è beneevitare di sprecare energia inutilmente.

Tutti noi, nel nostro piccolo, possiamo fare qualcosa, partendo da ciò che ci circonda all’interno delle nostre case.

Elettricità, riscaldamento, acqua e gas sono i punti critici sui quali possiamo intervenire per incrementare l’efficienza energetica della nostra abitazione con benefici sia sull’ambiente che sul portafoglio.

Vediamo come possiamo contribuire a ridurre i consumi.

 

Riscaldamento

I sistemi di riscaldamento degli edifici sono i responsabili del 70% della spesa energetica giornaliera, nonché una delle maggiori cause di inquinamento globale.

Ecco cosa possiamo fare per risparmiare energia.

  • Quando possibile ridurre, anche di poco, la temperatura dei termosifoni. Abbassandola di un solo grado, infatti si ha già un risparmio energetico del 6%.
  • Preferire caldaie a condensazione, in quanto a parità di consumi hanno un rendimento maggiore.
  • Prima di iniziare ad usare i caloriferi assicurarsi che all’interno non siano presenti residui di aria e, nel caso vi fossero, sfiatare l’aria in eccesso.
  • Effettuare un controllo periodico dei sistemi di riscaldamento, per assicurarne il corretto funzionamento.
Isolamento termico

Il sistema di riscaldamento può anche funzionare perfettamente, ma se all’interno dell’edificio sono presenti degli spifferi e dei ponti termici il calore si disperderà più facilmente, sprecando più energia.
Se gli spifferi sono troppo accentuati è meglio fare un check dell’edificio, per scoprire alla fonte l’elemento di disturbo.
 

Elettricità e gas
  • Quando è possibile è sempre preferibile utilizzare lampadine a risparmio energetico. Quelle ad incandescenza, infatti, non solo scaldano, ma consumano fino al 75% in più rispetto a quelle a a basso consumo.
  • Ricordarsi di spegnere la luce quando si esce da una stanza e preferire l’illuminazione naturale quando presente.
  • Se si dispone di uno scaldabagno è sempre meglio regolare la temperatura massima in base alla stagione, meglio se sui 60° in inverno e sui 40° in estate.
Elettrodomestici
  • Evitare l’acquisto di frigoriferi di modelli e capacità che vanno oltre al reale fabbisogno del nucleo familiare.
  • Evitare di aprire e chiudere con frequenza il frigorifero, perché in questo modo la temperatura interna si alza, e l’energia impiegata per il raffreddamento incrementa.
  • Fare regolare manutenzione alla lavatrice, pulendone filtri e usando la giusta dose di detersivo.
  • Preferire l’asciugatura all’aria aperta all’uso di un’asciugatrice.
  • Collegare più elettrodomestici ad un’unica ciabatta in modo da poterli spegnere con più facilità quando non vengono usati per diverso tempo.
Acqua
  • Non mantenere i rubinetti aperti più del necessario.
  • Preferire gli sciacquoni del wc con doppio pulsante, in modo da poter selezionare il quantitativo di acqua da utilizzare. 

 

In cucina
  • Non aprire troppo spesso lo sportello del forno mentre è in funzione, per evitare la dispersione di calore.
  • Preferire un modello di forno elettrico ventilato.
  • Utilizzare pentole dotate di coperchio, o nel caso di lunghe cotture preferire la pentola a pressione.

 

Spesso basta davvero poco per dare un contributo e risparmiare energia.

Con piccoli gesti possiamo tutelare l’ambiente, spesso anche con notevoli benefici economici.
L’energia è un bene prezioso, non sprechiamola. 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web per supportare funzionalità tecniche che migliorano la tua esperienza utente.

Usiamo anche servizi di analisi e pubblicità. Per annullare la registrazione clicca per maggiori informazioni.